FAPAV
FAPAV
FAPAV protagonista alla Mostra del Cinema di Venezia 2023

FAPAV protagonista alla Mostra del Cinema di Venezia 2023

A un anno dalla richiesta di una nuova legge contro la pirateria cinematografica, audiovisiva e sportiva, saranno due gli eventi organizzati dalla FAPAV in occasione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica:

il 2 settembre  si terrà il primo incontro pubblico dall’entrata in vigore della nuova normativa contro la pirateria

il 4 settembre verrà presentata in anteprima la seconda edizione di “We Are Stories”, la campagna che racconta storie vere di giovani professioniste che hanno realizzato il sogno di lavorare nell’industria audiovisiva

Venezia, 29 agosto 2023 – È trascorso esattamente un anno da quando il Presidente della FAPAV, Federico Bagnoli Rossi, durante un incontro istituzionale organizzato in occasione della 79° edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, aveva esortato Governo e Parlamento a licenziare una nuova legge contro lo sfruttamento illecito di contenuti cinematografici, audiovisivi e sportivi, fondamentale per la sopravvivenza dell’industria italiana dell’entertainment e della cultura. Dall’8 agosto scorso l’Italia si è dotata di un nuovo impianto normativo contro il download e lo streaming illegale che rende il nostro Paese un esempio a livello europeo.

Il prossimo 2 settembre, all’interno dell’Italian Pavilion situato presso l’Hotel Excelsior al Lido di Venezia, durante l’edizione 2023 della  Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, Cinecittà per la Direzione Generale per il Cinema e l’Audiovisivo del Ministero della Cultura, in collaborazione con la Federazione per Tutela delle Industrie Audiovisive e dei Contenuti Multimediali (FAPAV), organizzerà il primo incontro pubblico dedicato a spiegare nel dettaglio le caratteristiche della nuova legge e gli effetti che produrrà nei confronti di chi compie atti di pirateria, alla luce anche dei nuovi dati FAPAV/Ipsos recentemente presentati, che registrano un’incidenza del 42% del fenomeno, per un totale di 345 milioni di atti nell’ultimo anno. Un momento in cui i sostenitori del nuovo provvedimento legislativo, il Sen. Roberto Marti e l’On. Roberto Mollicone, rispettivamente Presidente della Commissione Cultura del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati, e il commissario AGCOM Massimiliano Capitanio si confronteranno con importanti esponenti dell’industria culturale italiana e del mondo delle associazioni maggiormente rappresentative dell’audiovisivo per evidenziare come tutelare le imprese e i posti di lavoro, favorendo lo sviluppo dell’economia creativa, da sempre considerata centrale per il Sistema Paese. Per l’occasione verrà presentata in anteprima la campagna istituzionale anticamcording “Il Cinema siete voi”, un unicum a livello europeo, per sensibilizzare il grande pubblico sul fenomeno illecito della registrazione dei film in sala. L’iniziativa verrà diffusa nelle sale di tutto il territorio italiano, in occasione dell’apertura nella nuova stagione cinematografica.

Inoltre, lunedì 4 settembre, sempre all’Italian Pavilion, la FAPAV sarà protagonista di un altro evento, legato alla presentazione della seconda edizione della campagna “We Are Stories”, nata in collaborazione con ANEC, ANICA, MPA e UNIVIDEO, nonché con il Patrocinio di diversi Ministeri e Istituzioni del nostro Paese e numerose altre collaborazioni, come Cinecittà e l’Accademia David di Donatello. La campagna racconta storie vere di giovani professioniste che hanno realizzato il sogno di lavorare nell’industria audiovisiva, con una particolare attenzione anche alla disabilità e all’inclusione, per avvicinarsi maggiormente a temi rilevanti per le nuove generazioni, a tutela del futuro del settore cinematografico e audiovisivo. Durante l’evento, moderato dal giornalista de “Il Tempo” Mario Benedetto, saranno presenti il regista e sceneggiatore Nicola Conversa, le protagoniste degli spot e la Commissaria AGCOM Laura Aria. Le conclusioni di entrambi gli eventi saranno affidate a Nicola Maccanico, CEO Cinecittà, per ribadire l’importanza dei temi affrontati e fare il punto sugli interventi degli ospiti in programma.

Potremmo dire dalle parole ai fatti! Dopo aver ribadito, anche durante la scorsa edizione della Mostra del Cinema di Venezia, la necessità di dotare il nostro Paese di una nuova legge contro la pirateria cinematografica, audiovisiva e sportiva, finalmente possiamo affermare che l’Italia oggi rappresenta nuovamente un esempio virtuoso a livello europeo. Con l’entrata in vigore l’8 agosto scorso della Legge recante “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della diffusione illecita di contenuti tutelati dal Diritto d’Autore mediante le reti di comunicazione elettronica”, il 2023 rientra pienamente tra i momenti storici più rilevanti nella lotta alla pirateria audiovisiva in Italia. Un impianto normativo moderno che poggia su due asset principali: la tutela dei contenuti protetti dal Diritto d’Autore e la tempestività con la quale AGCOM potrà richiedere l’immediato oscuramento di tutte quelle piattaforme che trasmettono illegalmente contenuti audiovisivi e sportivi. La legge va a colpire le nuove forme di illecito, come le IPTV, ma anche altre attività illegali e dannose per il cinema italiano come per esempio il camcording. Siamo molto contenti di aver collaborato per finalizzare questa nuova disposizione legislativa e felici di poter presentare in occasione dell’80esima edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica due incontri molto importanti, per i quali desidero ringraziare Roberto Stabile, Advisor per l’Internazionalizzazione e Responsabile dei Progetti Speciali per la Direzione Generale per il Cinema e l’Audiovisivo del Ministero della Cultura presso Cinecittà, che ha promosso le iniziative con la nostra collaborazione: il primo centrato sugli effetti della nuova legge e il secondo in cui sarà presentata in anteprima la seconda edizione della campagna “We Are Stories” dedicata alla tutela dei contenuti audiovisivi e alla valorizzazione del talento creativo.” ha dichiarato il Presidente di FAPAV, Federico Bagnoli Rossi.

***

 In allegato al presente comunicato sono disponibili i programmi completi dei due eventi.

Potrebbero interessarti

INDAGINE FAPAV/IPSOS 2023

INDAGINE FAPAV/IPSOS 2023

NEL 2023 CIRCA 4 ITALIANI SU 10 (IL 39%) HANNO FRUITO IN MODO ILLECITO, ALMENO UNA VOLTA, DI FILM, S...