FAPAV
FAPAV
Special Report 301: per la prima volta l’Italia fuori dalla Watch List

Special Report 301: per la prima volta l’Italia fuori dalla Watch List

Apprezzato il lavoro svolto da AgCom e Forze dell’Ordine

FAPAV Federazione per la Tutela dei Contenuti Audiovisivi e Multimediali accoglie con piacere la notizia che l’Italia è uscita ufficialmente dalla “Watch List” dello Special Report 301, il rapporto redatto annualmente dall’Ufficio del Commercio USA (Office of the United States Trade Representative) nel quale viene analizzato lo stato della tutela della Proprietà Intellettuale nel mondo.

Dopo tanti anni l’Italia esce ufficialmente dalla “Watch List” dello Special Report 301” – afferma Federico Bagnoli Rossi, Segretario Generale FAPAV – “Si tratta di una decisione che denota apprezzamento per gli sforzi e le novità introdotte nel nostro Paese nel corso degli ultimi anni.

Il regolamento AgCom, in virtù della sua equilibrata impostazione, ha destato fin da subito un forte interesse anche a livello internazionale e la sua recente implementazione, assieme al prezioso lavoro svolto dalle Forze dell’Ordine, sono stati elementi decisivi per determinare l’uscita dell’Italia dalla “Watch List”.

“Non si tratta però di un punto di arrivo, ma bensì di partenza” – conclude Bagnoli Rossi – “Questa notizia non può che essere uno stimolo per implementare un sistema efficace di tutela dei contenuti audiovisivi che deve essere basato su più aspetti: l’attività svolta dalle Forze dell’Ordine, il Regolamento Agcom e i codici di autoregolamentazione”.

Potrebbero interessarti