FAPAV
FAPAV
Assemblea FAPAV 21 dicembre 2021

Assemblea FAPAV 21 dicembre 2021

PAROLE CHIAVE: LEGALITÀ E UNITÀ, PER CONTRASTARE IL FENOMENO ILLECITO NELLA DELICATA FASE DELLA RIPARTENZA DELL’INDUSTRIA AUDIOVISIVA

Roma, 22 dicembre 2021 – Si è tenuta ieri l’Assemblea Ordinaria di fine anno della FAPAV, nel corso della quale è stato nominato anche il nuovo Comitato Direttivo in carica per il biennio 2022 – 2023.

Sono stati confermati membri: Egidio Viggiani (EAGLE PICTURES); Stefano Longhini (MEDIASET); Giampaolo Letta (MEDUSA); Luciana Migliavacca (MUSTANG ENTERTAINMENT); Nicoletta Zucchelli (RAI); Giuseppe Zonno (RAI CINEMA); Alfredo Borgia (SKY Italia); Massimo Proietti (UNIVERSAL PICTURES INT. ITALIA); Giulio Carcano (THE WALT DISNEY COMPANY ITALIA); Fabrizio Ioli (WARNER BROS. ENTERTAINMENT ITALIA).

Il Comitato Direttivo è altresì composto dal Segretario Generale FAPAV Federico Bagnoli Rossi e dai Presidenti dei Membri Permanenti e dai loro delegati: Mario Lorini (ANEC), Carlo Bernaschi (ANEM), Luigi De Laurentiis (ANICA/FILMAURO), Giancarlo Leone (APA), Cristina Morgia (MPA) e Pierluigi Bernasconi (UNIVIDEO). Sono inoltre stati confermati Consiglieri Delegati Luigi De Laurentiis ed Egidio Viggiani.

È stato inoltre ratificato l’ingresso in Federazione di SP Tech, start up spin off di Studio Previti, che mette in campo competenze relative al settore della “digital forensics” con lo scopo di realizzare ed utilizzare strumenti software tecnico-forensi.

Soprattutto in un momento storico come quello attuale, le attività di tutela dei contenuti assumono un ruolo ancora più centrale per sostenere la fase di ripartenza dell’industria audiovisiva del nostro Paese” – ha dichiarato il Segretario Generale FAPAV Federico Bagnoli Rossi. “Sono stati anni difficili nei quali abbiamo saputo rafforzare le collaborazioni e le sinergie, per fare fronte anche alle limitazioni logistico organizzative imposte dalla situazione. Questo ha comportato un miglioramento nella qualità delle azioni portate avanti, confermando il ruolo centrale svolto dalla Federazione a sostegno dell’intera filiera audiovisiva”.

Un anno denso di attività, quello che sta per concludersi, con numerose iniziative sia sul fronte enforcement che comunicazione.

I siti bloccati tramite il Regolamento AGCOM sono stati 412, a conferma di quanto sia uno strumento centrale e dai risultati tangibili per il contrasto alla pirateria audiovisiva” – ha affermato Bagnoli Rossi. La Federazione è stata inoltre coinvolta in numerose attività a supporto delle Forze dell’Ordine e delle Autorità competenti tramite ausilio tecnico specifico.

Particolare attenzione è stata rivolta anche al tema del camcording, il cui contrasto è essenziale per scongiurare la presenza in rete delle nuove uscite cinematografiche. Aspetto determinante, soprattutto adesso nella fase di ripartenza e riapertura delle sale dopo la pandemia. Sono stata approntate nuove strategie di comunicazione interna con l’obiettivo di mantenere alta l’attenzione sul tema e agevolare le segnalazioni in tal senso.

Grande attenzione anche sul fronte istituzionale. “Il 2021 è stato un anno cruciale che ha visto finalmente il recepimento della Direttiva Copyright nel nostro Paese mentre stiamo monitorando con grande attenzione i lavori europei relativi il Digital Services Act. Numerose le questioni in ballo: il contrasto all’anonimato sul web, la tempestività delle azioni di rimozione dei contenuti e un maggiore coinvolgimento attivo degli intermediari nel contrasto agli illeciti. Si tratta di una partita cruciale che determinerà gli sviluppi nella lotta alla pirateria” – ha precisato Bagnoli Rossi.

Il 2021 ha visto inoltre la pubblicazione del nuovo studio FAPAV/Ipsos sulla pirateria audiovisiva e il lancio della nuova campagna di comunicazione “We Are Stories”, promossa da FAPAV in collaborazione con ANEC, ANICA, APA, MPA e UNIVIDEO.

Sette spot per raccontare le storie di giovani e studenti che sognano di diventare artisti e professionisti del settore audiovisivo e che nei mesi di lockdown, nonostante tutte le difficoltà del momento, hanno trovato nei loro sogni la spinta per continuare a sperare nel futuro.

Dopo il successo della campagna “Io Faccio Film”, che ha mostrato i retroscena dietro alla macchina da presa e il lavoro dei professionisti del settore audiovisivo, la nuova iniziativa “We Are Stories” prevede, attraverso una serie di spot e una campagna social ADV, di dare voce alle storie di giovani talenti, raccontando la passione che alimenta i loro sogni e che è la magia su cui si basa il rapporto tra spettatori e prodotto audiovisivo e dell’industria culturale.

Sempre attiva la oramai collaudata collaborazione con EMCA nell’ambito del progetto “Rispettiamo la creatività”, che porta nelle scuole secondarie di primo e secondo grado il tema della tutela dei contenuti, e che nella scorsa edizione ha coinvolto oltre 3.600 studenti in tutta Italia.

Potrebbero interessarti

SIAE entra in FAPAV

SIAE entra in FAPAV

La Società Italiana degli Autori ed Editori entra ufficialmente a far parte della FAPAV – Fed...